Pasqua 2019, quali sono le mete per il turismo sostenibile

Viaggiare è un’esperienza che ti arricchisce a livello individuale, perché ti permette di vedere luoghi meravigliosi e di entrare in contatto con nuove culture. Nonostante questo il viaggio mostra una duplice faccia: una positiva che implica la possibilità di arricchire il proprio bagaglio culturale personale, e una negativa che coinvolge la quantità di smog che viene prodotta. Basta pensare al nostro Paese, che ogni anno è una delle mete più ambite da centinaia di migliaia di visitatori da tutto il mondo: un caso emblematico è quello di Venezia, dove la situazione è ormai talmente grave da richiedere l’intervento del governo.

Quindi come possiamo contrastare questo problema? La soluzione non è smettere di viaggiare, ma farlo nel rispetto dell’ambiente. Proprio questo è il mantra alla base del turismo sostenibile, l’idea secondo cui bisogna cercare di avere un basso impatto sulle destinazioni che visitiamo – in modo da giovare sia alla popolazione locale sia ai turisti che arriveranno dopo di noi. Io, Cristian Poma insieme alla mia azienda Viride Energy, ho abbracciato questa filosofia da anni, cercando modi per ridurre al minimo gli impatti negativi sui luoghi che visito.

Mete sostenibili per Pasqua

Viaggiare in modo sostenibile è possibile, anche nei periodi di alta stagione o in occasione di festività come Pasqua: basta seguire alcune accortezze e scegliere delle destinazioni che non siano prese d’assalto dai turisti. A questo proposito, può essere d’aiuto la classifica pubblicata dall’Enviromental Performance Index, secondo cui i Paesi più rispettosi dell’ambiente sono, in ordine: Finlandia, Islanda, Svezia, Danimarca, Slovenia, Spagna, Portogallo, Estonia, Malta e Francia.

Nonostante l’Italia si collochi al 29esimo posto, sono molte le mete sostenibili nel nostro territorio. Se sei appassionato di trekking, potresti ad esempio visitare la gola di Gorropu in Sardegna; se preferisci immergerti nelle bellezze della natura, non puoi perderti il parco dei Nebrodi in Sicilia; o ancora, in Puglia puoi optare per una vacanza in bicicletta attraversando il meraviglioso Salento.
Se invece vuoi allontanarti dall’Italia per scoprire nuovi Paesi del mondo, la meta ideale per una vacanza estremamente green è la Foresta Amazzonica. Altrimenti, al largo delle coste dell’Ecuador ci sono le Isole Galapagos, famose per le specie di animali uniche che le abitano. Se invece vuoi vivere una vacanza in un paradiso tropicale puoi volare a Kerala, nel sud dell’India.

Tre consigli per il turismo sostenibile

Scegliere la destinazione giusta, comunque, non basta: siamo noi a fare la differenza più grande, con il nostro comportamento una volta giunti nel meraviglioso luogo che ci ospiterà. Dobbiamo sempre ricordarci di agire nel rispetto dell’ambiente, iniziando magari da questi semplici accorgimenti:

  • Usare la bicicletta. I vantaggi nell’uso quotidiano della bicicletta sono ormai ben noti: si tratta di un’abitudine sana che produce benessere dal punto di vista fisico e psicologico. Una buona idea è quella di usare la bicicletta anche quando si è in vacanza, per non inquinare l’ambiente che ti circonda e fare un po’ di movimento. Alcuni paesi sono più organizzati di altri nell’uso delle biciclette e nelle piste ciclabili; tra questi troviamo Cina, Belgio, Finlandia, Svizzera, Giappone, Danimarca.
  • Guardarsi intorno e godersi il paesaggio. Il paesaggio è una rara ricchezza da ammirare. Sicuramente ti è capitato almeno una volta di rimanere estasiato di fronte a dei luoghi naturali come montagne, spiagge, grotte, laghi, scogliere. Guardarsi intorno e godere di questi momenti ti farà tornare a casa con dei ricordi indimenticabili e con un senso di felicità e rilassamento.
  • Non inquinare. Salvare il Pianeta non è un’impresa facile, ma ci sono dei piccoli gesti che puoi fare quotidianamente nella tua città e nei luoghi in cui trascorri le tue vacanze che possono contribuire a migliorarlo. Per non inquinare, evita di utilizzare prodotti usa e getta, come bottiglie e sacchetti di plastica, e porta sempre con te un sacchetto nel quale raccogliere i rifiuti da gettare poi nei raccoglitori differenziati.

Promuovere il turismo sostenibile con Viride Energy

Quando viaggio mi rendo ancora più conto di tutte le meraviglie che il nostro Pianeta ha da offrire, e capisco quanto sia importante proteggerlo a ogni costo. Proprio per questo motivo ho deciso di fondare Viride Energy, un’azienda che sostiene l’utilizzo di energie rinnovabili, proponendo soluzioni per favorire il risparmio energetico e l’uso consapevole delle risorse. I nostri esperti sono in grado di trovare soluzioni adatte sia per i privati sia per le aziende – in particolare le strutture turistiche, che potrebbero fare una grande differenza introducendo ad esempio pannelli solari.

Io, Cristian Poma, ho a cuore il tema della sostenibilità e del risparmio energetico e, da quando ho deciso di fare della mia passione il mio lavoro, mi schiero dalla parte della natura e dell’ambiente. Con Viride Energy è possibile promuovere il turismo sostenibile: insegniamo ai privati e alle aziende un utilizzo consapevole delle risorse al fine di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo. Contribuire alla tutela dell’ambiente è sempre possibile – persino quando andiamo in vacanza!

Cristian Poma