fbpx

Rinnovabili

Rinnovabili, Senza categoria

Il respiro calmo della Natura e la fame d’aria del malato

Sì, la Terra respira! I livelli di smog si sono ridotti e le immagini  satellitari della NASA e dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea) ci mostrano un inequivocabile calo dell’inquinamento atmosferico e di CO2 in decine di città e regioni del pianeta, in primo luogo in Cina  e in Italia settentrionale.

E’ quasi scomparsa la nuvola visibile di gas tossico, rilasciata da veicoli, centrali elettriche e impianti industriali. Lo testimoniano immagini satellitari dell’ESA scattate sopra i focolai dell’epidemia in Lombardia e Veneto. La grande maggioranza delle fabbriche ha chiuso e l’aria pulita è aumentata del 21% in un mese.

Anche negli Stati Uniti, dove già oggi, a New York, l’inquinamento crolla del50%,  sono previsti cali significativi, grazie al dimezzamento di tutti i viaggi in auto verso e dagli uffici o le scuole: la congestione del traffico nella Grande Mela è stata calcolata al 17 % nella corrente settimana rispetto al 52% nello stesso periodo dello scorso anno.

Da quando la Terra respira?  Tra i mesi di gennaio e febbraio, da quando cioè è iniziata l’emergenza Coronavirus e più il Covid si espande più crescono esponenzialmente i livelli positivi di cui sopra e il trend, sempre secondo autorevoli previsioni, dipenderà dalla durata della pandemia e dello stop delle attività economiche.

Dunque, da un male può venire un bene? Sembrerebbe di sì, ma in questo drammatico momento il male è troppo grande, ha proporzioni apocalittiche. Citando nuovamente New York, il 27 marzo sono stati registrati 40.000 nuovi casi di contagio e in tutto il mondo gli ospedali pullulano di uomini e donne con un disperato bisogno di ossigeno. Di questo 2020 parleranno i libri di storia delle prossime generazioni, le quali non dovranno dimenticare, per non ripetere errori già compiuti.

Pure non si può non pensare che, dopo la fine della pandemia, il successivo rilancio delle attività economiche rischia di far tornare tutto  come prima quanto a inquinamento, se non si prende davvero coscienza che è assolutamente necessario attuare metodi innovativi e più rispettosi dell’ambiente.

Viride: tecnologia verso un futuro green

É in questa direzione che lavora la mia azienda, Viride, la quale nasce dal desiderio e dalla volontà di “prendersi cura” del nostro pianeta. Viride Energy fornisce servizi e tecnologie ‘green’, come impianti fotovoltaici, batterie di accumulo, illuminazione led, smaltimento dell’amianto, per casa, business e pubbliche amministrazioni. La filosofia di Viride è la sostenibilità e da qui nasce Viride Mobility: bisogna muoversi senza barriere, garantendo la sopravvivenza della nostra Terra. Con Viride è possibile ridurre le emissioni di inquinanti locali, installando stazioni di ricarica elettrica 4-2 ruote intelligenti e interoperabili, in luogo di automobili con motori diesel. Viride punta anche alla formazione, organizzando corsi, nell’ambito dell’efficienza energetica e della mobilità sostenibile, nelle strutture educative, nelle aziende e nelle pubbliche amministrazioni.

Occorre proprio perseguire un’azione educativa, perché non è detto che la pandemia trasformerà l’economia in modo che diventi più efficiente sotto il profilo energetico.

Usciti “fuor del pelago a la riva” -come dice Dante-, cioè dal buio alla luce, si deve evitare un “effetto rimbalzo”, come è già successo in passato, quando, per esempio in Cina, le emissioni inquinanti sono diminuite durante le fasi di recessioni ma poi sono riprese insieme all’economia.

Anche se, nell’esaminare il rapporto tra ambiente ed economia, una studiosa dell’università britannica dell’Anglia orientale a ragione ci invita a non nasconderci che il telelavoro e la reclusione domestica delle popolazioni fanno crescere il consumo individuale di elettricità e riscaldamento, io voglio collocarmi fra coloro che nutrono la speranza che in tutto il mondo il periodo di ripresa dopo la crisi attuale diventi un’occasione per i governi per ripensare alcune modalità produttive, dando, per esempio, maggiore importanza al lavoro da casa, con riduzione del pendolarismo, e finanziando ulteriormente il settore delle fonti di energia rinnovabili.

Chiudo le mie righe, proponendo il contenuto di uno dei tantissimi video che in questi giorni affollano i nostri cellulari. Lo trovo profondo e anche…spiazzante. Il Coronavirus ci parla in prima persona: “Sono Covid 19. Perché sono qui? Diciamo che ero stanco di vedervi regredire invece che evolvervi. Ero stanco del vostro continuare  a rovinarvi con le vostre mani. Ero stanco di come trattate il  pianeta. Ero stanco della vostra invidia sociale, della vostra superficialità e ipocrisia, del vostro egoismo, del poco tempo che dedicate a voi stessi e alle vostre famiglie, ai vostri figli. Ero stanco della importanza che spesso date alle cose superficiali, a discapito di quelle essenziali. Ero stanco delle vostre continue lamentele quando non fate nulla per migliorare le vostre vite, del continuo litigare per motivi futili, del poco tempo che dedicate a comunicare tra voi. Lo so, sarò duro con voi, forse troppo, ma non guardo in faccia a nessuno. D’altra parte sono un virus.

La mia azione vi costerà vite, ma voglio che capiate una volta per tutte che dovete cambiare rotta, per il vostro bene e per quello del pianeta.

Il messaggio che vi voglio dare è semplice: ho voluto evidenziare i limiti della società in cui vivete perché possiate eliminarli,  ho voluto fermare tutto apposta perché capiate che l’unica cosa importante a cui dovrete indirizzare tutte le vostre energie d’ora in avanti è semplicemente una: la vita, la vostra e quella dei vostri figli. Dovete pensare a ciò che è veramente necessario per proteggerla, coccolarla e condividerla.

Vi ho voluti il più possibile tenere chiusi nelle vostre case, lontani dai vostri genitori, dai vostri nonni, dai vostri figli e nipoti, perché capiate quanto è importante un abbraccio, il contatto umano, il dialogo, una stretta di mano, una stretta fra amici, una passeggiata in centro, una cena in qualche locale, una corsa al parco all’aria aperta. Da questi gesti deve ripartire tutto: siete tutti uguali, non fate distinzioni tra di voi, vi ho dimostrato che le distanze non esistono, ho percorso chilometri e chilometri in pochissimo tempo e senza che voi ve ne siate accorti.

Io sono di passaggio, ma i sentimenti di vicinanza e collaborazione che ho creato fra di voi in pochissimo tempo dovranno durare in eterno.

Quando voi festeggerete, io me ne sarò appena andato, ma ricordate di non cercare di essere persone migliori solo in mia presenza.  ADDIO!…”

Addio, non arrivederci… Anche noi dovremmo impegnarci a salutare con un addio tutti gli errori finora commessi nei confronti del nostro Pianeta e a farlo respirare come in questi giorni difficilissimi, ma -speriamo- di monito per il futuro.

fotovoltaico, Rinnovabili

Un po’ di storia…

Ripercorriamo le tappe fondamentali della scoperta dell’effetto fotovoltaico e dell‘ energia solare.

☀️1839 – Il fisico francese Alexandre Edmond Becquerel scopre casualmente che l’influenza dei raggi del sole causa lievi flussi ed effetti elettrici su alcuni liquidi.


☀️1876 – Grazie ad esperimenti successivi su materiali a stato solido, viene scoperto l’effetto fotovoltaico. William G. Adams e Richard Evans notano il repentino cambiamento di conduttività dei cavi del telegrafo (silicio) quando sono illuminati dal sole: generano corrente elettrica.


☀️1879 – È Charles Fritts che crea il primo rudimentale pannello solare al mondo: il selenio, esposto al sole e ricoperto da una sottilissima pellicola semitrasparente d’oro, produce elettricità. Chiaramente il rendimento è insignificante e non favorisce investimenti in applicazioni pratiche.


☀️1954 – Nei ‘Bell Laboratories’, dalle mani degli scienziati Gerald Pearson, Daryl Chapin e Calvin Fuller, nasce la prima cella solare in silicio capace di generare corrente elettrica misurabile, brevettata nel 1955. La “nuova era” di libertà energetica deve però aspettare, a causa degli alti costi dei materiali. Le prime applicazioni saranno però sorprendenti…


☀️1958 – Viene lanciato nello spazio il primo veicolo orbitante alimentato da celle fotovoltaiche: si chiama Vanguard I.


☀️Anni 60 e 70 – Il fotovoltaico trova le prime commercializzazioni fino alla svolta degli anni 70, favorito anche dalla crisi petrolifera che spinge a cercare nuove fonti di energia alternativa e rinnovabile.


☀️1979 – in Italia viene installato il primo impianto fotovoltaico al Passo della Mandriola, tra gli Appennini del cesenate: la potenza è di 1 kw.


☀️ 2020 – L’energia da fonte fotovoltaica sta mostrando chiaramente tutta la sua forza e competitività superando le fonti tradizionali. Basti pensare che la nuova capacità di fotovoltaico installata annualmente al mondo supera quella complessiva di nuove installazioni di fonti fossili tradizionali e di nucleare.

 

Noi di Viride Energy ti offriamo la possibilità di confrontarti con esperti del settore, per capire quale sia l’intervento più adatto a te e alla tua abitazione.

Siamo costantemente proiettati verso il domani. Lavoriamo ogni giorno pensando al tuo futuro, esattamente come fai tu con le persone che ami.

Ti aspettiamo suoi nostri canali social!

Rinnovabili

Fotovoltaico 2020: tutte le detrazioni fiscali confermate

L’installazione di un impianto fotovoltaico, per quanto nel tempo porti a un grande risparmio, è un investimento molto costoso. Per questo lo stato ha confermato le detrazioni fiscali del 2019 anche per l’anno appena iniziato, incentivando i proprietari di case a attuare cambiamenti che favoriscono il risparmio energetico e l’uso di fonti rinnovabili. 

Installazione pannelli fotovoltaici: perché conviene?

Un impianto fotovoltaico una volta installato permette di risparmiare, a seconda del livello di consumo, fino all’80% dell’energia elettrica. Questo è già di per sé un motivo molto valido per procedere al montaggio. Un’altra caratteristica positiva di questo tipo di pannelli è che, grazie alle nuove tecnologie che continuano a migliorarli, questi possono durare fino a 30 anni, con garanzia di funzionamento efficace e produttività, rivelandosi un investimento a lungo termine molto vantaggioso. 

Un sistema di pannelli fotovoltaici è adatto anche a città non molto calde, in quanto si è verificato che in città come Milano e Torino, vengono prodotti comunque fino a 1100 kWh ogni anno. È indispensabile che i pannelli vengano installati rivolti a sud, dove riusciranno a prendere il massimo di luce e calore anche nelle giornate più fredde. 

Una domanda molto frequente riguarda l’energia in eccesso: non sempre infatti verrà utilizzata tutta l’energia prodotta dal sistema fotovoltaico. In questo caso ci sono due possibilità principali: 

  • Sfruttare il più possibile l’energia di giorno: utilizzando di giorno i grandi elettrodomestici, come lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie, si utilizza direttamente l’energia prodotta dai pannelli, evitandone lo spreco;
  • Vendere l’energia: consiste nel inserire nella rete elettrica della zona l’energia che non viene consumata dall’abitazione con l’impianto fotovoltaico, ricevendo dei compensi monetari, ottenendo quindi un’ulteriore guadagno. 

Fotovoltaico e solare: quali sono le differenze

Spesso i due impianti vengono confusi in quanto superficialmente sono molto simili. Certamente entrambi sfruttano l’energia solare, ma il fotovoltaico usa la luce del sole per produrre energia elettrica, mentre i pannelli solari sono dei sistemi che servono per il riscaldamento dell’acqua che sfruttano il calore dell’energia solare. 

Pur essendo due cose diverse e svolgendo due funzioni separate, è possibile creare sistemi integrati, con il fotovoltaico che genera risparmio sull’energia elettrica, mentre i pannelli solari riducono il costo del riscaldamento.  

incentivi 2020Benefici fiscali fotovoltaico 2020

Già l’anno scorso era prevista una detrazione fiscale del 50% per gli interventi di installazione di un impianto fotovoltaico. Questa può arrivare a un valore massimo di 96.000 euro per ogni unità immobiliare singola e verrà divisa in 10 quote annuali, così che il bonus si estingua dopo 10 anni. 

Queste agevolazioni erano già in vigore lo scorso anno, ma sono state riconfermate fino al 31 dicembre 2020, permettendo ad altri cittadini italiani di svolgere lavori di miglioramento e di aumento della sostenibilità nelle loro case. La detrazione fiscale non restituisce direttamente il denaro, ma permette che le tasse annuali vengano ridotte, per i 10 anni successivi ai lavori, scalando metà delle spese effettuate per l’acquisto e l’installazione dell’impianto. 

Un’altro sgravo fiscale molto vantaggioso è la riduzione dell’iva dal 22% a solo il 10% per interventi di installazione ma anche di ristrutturazione e manutenzione degli impianti fotovoltaici. Questa agevolazione si va a sommare alla detrazione del 50%, rendendo l’installazione di questo sistema molto conveniente, sia che si tratti di un singolo sia che si vadano a modificare parti comuni di condomini. 

Viride Energy, gli esperti al tuo servizio

Noi di Viride Energy ti offriamo la possibilità di confrontarti con esperti del settore, per capire quale sia l’intervento più adatto a te e alla tua abitazione. La detrazione fiscale è un ottimo incentivo ad aumentare il tuo risparmio e a salvaguardare il pianeta, riducendo emissioni e inquinamento. 

Installazione, manutenzione e ristrutturazione del tuo impianto fotovoltaico saranno effettuate da personale competente e professionale, offrendoti tutta l’assistenza di cui hai bisogno. 

Se anche tu come me, credi nel bisogno di allontanarci dalle fonti energetiche tradizionali, per favorire invece l’utilizzo di fonti rinnovabili e pulite, che proteggano il pianeta e chi ci abita, le sempre innovative offerte di Viride saranno perfette per te e per la tua casa. 

Rinnovabili

Fonti di energia rinnovabile: su quali investire nel 2020

Gli studi condotti dalla US Energy Information Administration prevedono che entro il 2050 il consumo energetico mondiale aumenterà del 50%. È quindi fondamentale trovare delle fonti energetiche che abbiano un impatto minore sull’ambiente e che ognuno si attivi personalmente, sfruttando sempre di più queste fonti di energia rinnovabile. Le possibilità sono numerose, per questo voglio mostrarti quelle su cui vale la pena investire in questo 2020. 

Cosa sono le fonti d’energia rinnovabile 

Ci sono due tipi principali di fonti con cui ad oggi possiamo produrre energia: le prime, più tradizionali, sono le fonti non rinnovabili, come petrolio e gas, che sono esauribili in quanto si formano in tempi molto lunghi e quindi non in grado di stare al passo con i consumi attuali, oltre ad essere fortemente inquinanti. La seconda tipologia è quella delle fonti rinnovabili che sono caratterizzate dalla loro possibilità di “rigenerarsi” e quindi sono inesauribili. In aggiunta, il loro utilizzo ha un impatto minore sull’ambiente, essendo meno inquinanti. Tra le fonti energetiche rinnovabili quelle attualmente più sfruttate sono cinque: 

  • Solare: utilizza la luce e i raggi solari, attraverso dispositivi che riescono a trasformare l’energia luminosa del sole in energia elettrica, con i pannelli fotovoltaici, o in energia termica, grazie al solare termico;
  • Eolica: sfruttare la forza del vento è una delle ultime frontiere delle rinnovabili. Grazie alle pale eoliche, mosse dal vento, si riesce a produrre energia elettrica senza impattare sull’ambiente;
  • Geotermica: questo tipo di fonte alternativa sfrutta il calore interno del pianeta, prelevandolo da rocce scaldate o da bacini d’acqua presenti sotto la superficie del suolo;
  • Idroelettrica: per generare energia elettrica da molti anni viene sfruttata l’energia cinetica data dal movimento delle acque. Questo tipo di impianti possono essere ad acqua fluente, a bacino o utilizzare sistemi di dighe (detti impianti di accumulazione);
  • Oceani: l’energia ottenuta dagli oceani può essere prodotta sia sfruttando il riscaldamento delle acque, dovuto alla loro esposizione continua ai raggi solari, sia dall’energia meccanica generata dalle onde marine; 

Dove investire nel 2020

Grazie alle nuove tecnologie introdotte in questi ultimi anni, la possibilità di installare impianti di produzione di energia che sfruttano fonti rinnovabili si è estesa anche agli ambienti domestici. Che si tratti di produzione di energia elettrica o di energia termica, usata per il riscaldamento della casa, impiegare queste fonti alternative permette di risparmiare sulle bollette, ma contemporaneamente di salvaguardare e tutelare il nostro pianeta. Tra i dispositivi più diffusi sono presenti: 

  • Pompe di calore: questi dispositivi sono caratterizzati da un funzionamento molto particolare: invece di produrre calore tramite combustione – come le caldaie tradizionali – sottraggono l’energia termica presente nell’ambiente esterno e la portano all’interno degli  ambienti domestici. Ne esistono di diverse tipologie, che sfruttano aria, acqua o la geotermica per il loro funzionamento; 
  • Solare termico: i pannelli solari sono in circolazione da ormai molto tempo, ma gli sviluppi tecnologici gli hanno resi sempre più funzionali ed allo stesso tempo economici. Utilizzando il calore del sole producono acqua calda sanitaria, sfruttata per il riscaldamento; 
  • Fotovoltaico: questi impianti riescono a sfruttare la luce solare per produrre energia elettrica, permettendo un alto risparmio. Nonostante il loro funzionamento sia chiaramente vincolato alla presenza del sole, è possibile installare degli accumulatori, che permettono a un’abitazione di essere totalmente indipendente. 

Perché investire nel fotovoltaico 

Sfruttare l’energia solare è uno dei modi più semplici per diminuire il proprio impatto sull’ambiente, producendo energia elettrica in modo autonomo. Così facendo, oltre a ridurre le emissioni di CO2, si può ridurre drasticamente l’ammontare delle bollette per l’energia elettrica. Grazie ai nuovi dispositivi è più semplice procedere all’installazione di questo tipo di pannelli, che hanno una durata molto elevata, mantenendo comunque la loro efficienza, nonostante sia sufficiente una manutenzione ridotta. 

Viride Energy ti aiuta a costruire un futuro sostenibile 

Per la situazione ambientale in cui ci troviamo ora, caratterizzata da un forte cambiamento climatico a cui sono associati molti rischi per il pianeta, è importante che ognuno di noi si attivi e cerchi di vivere in modo sempre più sostenibile ed eco-friendly. Noi di Viride Energy ci impegniamo ad aiutarti in questo, offrendoti prodotti che possono diminuire l’impatto ambientale della tua casa, per salvaguardare insieme il nostro pianeta.