inquinamento atmosferico

Inquinamento atmosferico: come ridurlo con Viride

Negli ultimi mesi si è sentito molto parlare di inquinamento atmosferico, delle sue conseguenze e delle preoccupazioni che questi dati comportano sui giovani. Non a caso, le manifestazioni dei giovani e degli studenti per il clima hanno avuto una eco decisamente importante non solo sulla stampa, ma anche a livello mediatico mondiale.

Nonostante questo, i dati continuano a preoccuparmi: di recente infatti è stato pubblicato un interessante articolo su European Heart Journal – ripreso da Le Scienze – che mette in stretta relazione le malattie cardiovascolari con l’inquinamento atmosferico cittadino, sottolineando al contempo i dati sulla mortalità causata da questo genere di complicanze.

Tasso di mortalità da inquinamento atmosferico

Secondo lo studio pubblicato all’inizio di aprile, l’inquinamento atmosferico è la causa di 120 decessi in più ogni 100.000 abitanti; questo significa che:

  • Durante un anno sono stati causati 8.8 milioni di morti in più nel mondo
  • Solo in Europa, i decessi sono stati 790.00 e 659.000 all’interno dell’Unione Europea.

Il dato sorprendente è che, a differenza di quanto si possa pensare, la parte del nostro corpo maggiormente colpita non è quella respiratoria (polmoni), ma quella cardio-vascolare: il cuore infatti, subisce per primo le ripercussioni dell’inalazione delle polveri sottili. Basti pensare che questo genere di patologie, ricoprono circa l’80% dei numeri sopra riportati.

Si può parlare di epidemia?

Come combattere l’inquinamento urbano

Senza dover ricorrere ad interventi diretti sulla propria abitazione o nel proprio ambiente, è possibile mettere in pratica – quotidianamente – alcuni accorgimenti dei quali la Terra ti sarà grata.

Hai mai pensato che chiudere l’acqua calda mentre ti spazzoli i denti o fare una doccia rapida possa permetterti di ridurre i consumi? Due minuti di rubinetto aperto significa sprecare circa 10 litri di acqua.

Inoltre, perché non spegnere la luce in una stanza quando esci? Soprattutto durante il periodo invernale – quando le giornate sono più brevi e si rende necessario utilizzare maggiormente la luce artificiale – spegnere gli interruttori quando non si è all’interno di un ambiente ti permetterà di ridurre i consumi fino al 50% e favorire la diminuzione dell’inquinamento luminoso. Se aggiungi a questa abitudine, l’utilizzo di lampadine a basso consumo, ti renderai subito conto della differenza (non solo per te, ma anche per l’ambiente).  

Ridurre l’inquinamento urbano con Viride Energy: la proposta di Cristian Poma

Come Cristian Poma, percepisco in maniera vivida il problema dell’inquinamento atmosferico, tanto che la volontà di costruire un pianeta più verde mi ha spinto a creare Viride Energy, una realtà che si occupa di consulenza energetica: grazie al mio team, realizziamo soluzioni personalizzate sulle tue necessità per avere un’abitazione o un ufficio ecosostenibili.

Oltre a questi primi accorgimenti, potrai rivolgere la tua attenzione alla realizzazione di una vera e propria Green House, attraverso una o più tra queste soluzioni:

  • Inteligens® Home: si tratta di uno strumento 100% made in Italy che viene installato – in maniera non invasiva –  direttamente nella tua abitazione, a prescindere dal fornitore di energia elettrica permettendoti di risparmiare da subito sui consumi elettrici. Il suo funzionamento si basa sulla capacità di regolarizzare e stabilizzare la tensione elettrica in uscita, riducendone il consumo e soprattutto i picchi di potenza. È dotato di un sistema integrato di monitoraggio per mostrarti in tempo reale il risparmio.

  • Eco-energy: si tratta di un dispositivo il cui funzionamento è analogo al precedente con la differenza che il controllo dei consumi viene applicato sulla caldaia (a prescindere dalla tipologia di alimentazione utilizzata). Questo non implica una diminuzione del comfort, anzi!

  • Fotovoltaico: ho già espresso in altri contenuti di questo magazine come il fotovoltaico costituisca, secondo me, un elemento imprescindibile per il futuro della green home (o del green office). Infatti, grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici e alla loro flessibilità di fase di progettazione, otterrai il massimo delle performance con il minimo sforzo.

E tu cosa aspetti a rendere la tua vita più sostenibile?

Cristian Poma