Smaltimento amianto: agevolazioni e detrazioni

Il tema dello smaltimento dell’amianto è ancora sotto le luci dei riflettori, nonostante la legge che lo bandisce da edifici pubblici e privati risalga al 1992. 

La pericolosità potenziale dell’amianto per la salute degli adulti e soprattutto per quella dei bambini non è ancora stata compresa al massimo, dal momento che l’operazione di bonifica nazionale di questa fibra killer è tutt’altro che a buon punto. Come Viride Energy, grazie a partnership e convenzioni, ci impegniamo nel favorire questo processo agevolando anche l’accesso alle detrazioni fiscali per coloro che decidono di eliminare l’amianto. 

Smaltimenti amianto in Italia: a che punto siamo?

Purtroppo in Italia siamo ancora ben lontani dalla scomparsa di questo elemento così pericoloso per la salute di tutti. Secondo recenti stime, sembra infatti che siano stati bonificati solo 6.869 edifici su un totale di più di 370.0000 ritenuti a rischio. 

Stiamo parlando di un totale di 58.000 metri quadri di edifici che fanno del male alla salute di chi vi abita, di cui 214.000 metri quadri sono ricoperti da edifici privati, mentre 50.744 metri quadri appartengono a quelli pubblici. 

Le amministrazioni comunali stanno cercando di intervenire in maniera rapida e risolutiva, ma la pervasione capillare dell’amianto è un forte ostacolo a queste operazioni. 

Le conseguenze per la salute dell’amianto

Come i fatti di cronaca ci raccontano tristemente, i casi di decessi per amianto sono in crescita. Infatti questo elemento è fortemente dannoso per la salute e la sovraesposizione delle vie aeree può portare alla nascita di alcune patologie, la principale delle quali è il mesotelioma. Meglio noto come tumore al polmone, può vedere coinvolte differenti componenti di questo organo a seconda del grado di avanzamento della patologia. 

Una seconda tipologia di malattia causata dall’amianto è la absoteliosi, ossia la prematura cicatrizzazione dei tessuti del polmone. Questa attività provoca una deformazione nel tessuto polmonare che perde la propria naturale funzionalità causando, soprattutto nei giovani pazienti, difficoltà respiratorie. 

Il problema di entrambe queste malattie è che difficilmente si presentano con un nesso di causalità immediato rispetto all’esposizione: possono infatti trascorrere anche 10 anni prima che ci si accorge delle conseguenze patologiche causate dall’amianto. 

Smaltimento amianto, le agevolazioni fiscali 

Anche per il 2019 sono previste importanti agevolazioni fiscali per coloro che decidono di rimuovere l’amianto dagli edifici di propria pertinenza. 

Il Bonus Smaltimento Amianto consente di recuperare – attraverso il credito d’imposta – il 50% dell’importo investito da parte di coloro che hanno non solo eseguito un lavoro di bonifica dall’amianto, ma anche di rimozione di parti di eternit. 

Si tratta di un’agevolazione fiscale che aumenta in maniera proporzionale alla metratura delle strutture da rimettere a nuovo: questo significa che maggiori sono le dimensioni dell’intervento eseguito, maggiore sarà la detrazione fiscale conseguente. Questo aspetto del bonus sottolinea e testimonia quanto la rimozione dell’amianto costituisca una priorità per il nostro Paese. 

Esistono tuttavia dei limiti di importo, entro i quali è possibile godere dell’agevolazione: la soglia è compresa tra un minimo di €20.000 e un massimo di €400.000 consentendo al contribuente di recuperare tra un minimo di €10.000 e un massimo di €200.000 (in entrambi i casi, pari al 50% dell’importo totale)

Smaltimento dell’amianto e Viride Energy

Mano a meno che la tematica della rimozione dell’amianto diventava nota, mi sono chiesto: come può Viride Energy dare il proprio contributo nella realizzazione di questa importante operazione? 

Per questo ho cominciato ad intraprendere una serie di collaborazioni e ho stretto alcune partnership con importanti aziende sul territorio che si occupano di questo compito. Infatti, Viride Energy può costituire un player fondamentale nella sostituzione con materiale green e supporti sani rispetto a quelli costituiti da amianto. In particolare, l’installazione di pannelli solari consente non solo di rendere eco-sostenibile la struttura che si sta migliorando, ma anche di poter accedere ad importanti detrazioni. 

Se infatti l’installazione del fotovoltaico non rientra strettamente nel Bonus per la rimozione dell’amianto, tuttavia è oggetto di un’altra importante detrazione fiscale relativa specificamente a questa attività. Infatti, Viride Energy permette a privati e aziende di accedere all’Ecobonus: questo prevede una detrazione del 65% sulle spese per l’isolamento di parti della struttura su cui è stato smaltito l’amianto, nonché una del 50% per l’installazione di pannelli fotovoltaici. 

Rivolgiti alla professionalità del nostro servizio e alla qualità dei materiali utilizzati: non solo l’ambiente ti sarà grato di questo, ma lo sarà anche il tuo portafoglio grazie alle detrazioni fiscali associate a questa attività. Cosa aspetti? Contattaci.