sprechi idrici

Come risparmiare acqua a casa e in ufficio

“L’acqua è la materia della vita. È matrice, madre e mezzo. Non esiste vita senza acqua”. Le parole di Albert Szent-Gyorgyi riflettono un pensiero profondo che, purtroppo, molto spesso viene sottovalutato: l’acqua è la risorsa più preziosa che noi – in quanto esseri umani – abbiamo e rappresenta la principale fonte di vita.

L’acqua è vita: circa il 70% del nostro corpo è costituito da acqua e assumerne la quantità corretta giornalmente aiuta a stabilire uno stile di vita sostenibile e responsabile.

La storia della civiltà e della Terra è stata influenzata e determinata da questo bene primario: indispensabile per la sopravvivenza dell’uomo e di tutti gli esseri viventi, l’acqua – chimicamente composta da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno – ricopre la maggior parte della superficie del nostro pianeta. Allo stesso tempo, però, non è accessibile a tutte le popolazioni: la globalizzazione ha portato ad una cattiva gestione e distribuzione dell’acqua tra le varie parti del Mondo. La diversa distribuzione dell’oro blu ha portato ad un ingente consumo in alcune popolazione e difficoltà di accesso in altre.

È indispensabile – quindi – affrontare un argomento così importante come quello dello

spreco dell’acqua, in quanto interessa l’intera umanità. Ritengo che attraverso semplici gesti quotidiani, ognuno di noi può apportare il suo piccolo contributo con l’obiettivo di contrastare questo fenomeno così preoccupante: partendo dal cambiamento individuale di ciascuna persona è possibile, infatti, attuare un comportamento responsabile nei confronti della nostra madre Terra e del futuro delle generazioni che verranno dopo di noi.

Quanta acqua sprechiamo ogni giorno

Piccoli gesti quotidiani come lavarsi i denti con l’uso di un bicchiere, usare la doccia per lavarsi o chiudere il rubinetto dell’acqua quando non la si usa possono fare la differenza: sembra, però, che nel nostro Paese circa metà dei cittadini non presti correttamente attenzione al consumo di acqua.

Con l’aumento della popolazione, la crescita economica e diversi cambiamenti relativi all’utilizzo del suolo, il consumo di una risorsa così importante come l’acqua è incrementato – dagli anni ‘80 – ogni anno di più: se da una parte miliardi di individui vivono in paesi poveri dove l’accesso all’acqua potabile è ridotto, se non addirittura nullo, dall’altra parte i paesi industrializzati usano talmente tanta acqua che, inevitabilmente, viene sprecata. In Italia vengono consumati circa 175 litri di acqua a testa ogni anno.

Un sondaggio effettuato nel 2017 dimostra che un italiano su 3 non è attento allo spreco dell’acqua: siamo il paese con il più alto consumo pro capite di acqua in Europa. Cosa succederà tra 10, 20 o 30 anni?

Come risparmiare l’acqua

I dati sono allarmanti: è necessario intervenire prima che la situazione peggiori ancora di più. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo la possibilità di contrastare il consumo di acqua attuando semplici gesti quotidiani che possono salvare il nostro Pianeta: adottare un comportamento responsabile significa non solo non essere indifferenti nei confronti di chi non ha accesso all’acqua potabile, ma non trovare brutte sorprese nella nostra bolletta!

Ecco alcuni accorgimenti da attuare giornalmente in casa o negli ambienti di lavoro:

  • Chiudere il rubinetto dell’acqua quando lavi i denti, fai la barba o ti lavi le mani: forse non lo sai, ma ogni volta che usi lo spazzolino e lasci aperto il rubinetto sprechi circa 6-8 litri di acqua e 35-45 quando ti fai la barba. Perchè lasciarla scorrere? Se sei in ufficio utilizza la quantità minima di acqua per lavarti le mani: chiudila quando te le stai insaponando e aprila solo quando devi sciacquarle.
  • Lavare i piatti con l’uso di una bacinella: riempi una bacinella con dell’acqua e usala per lavare tutti i piatti; se invece utilizzi la lavastoviglie, ricorda di accenderla solo quando è piena.
  • Usare la doccia evitando la vasca da bagno: curare la propria igiene intima nella doccia ti permette di risparmiare circa il 70% di acqua che sprecheresti con la vasca da bagno.
  • Riparare i rubinetti che perdono: se noti che un rubinetto gocciola stringi la manopola in modo da evitare lo spreco d’acqua; se la situazione non migliora, rivolgiti subito al tuo idraulico di fiducia che interverrà per sostituire il rubinetto.
  • Lavare la macchina negli autolavaggi: lavare la propria macchina in cortile durante una bella giornata di sole è sempre comodo, ma hai pensato a quanta acqua sprechi? È meglio portare la macchina in un autolavaggio dove il consumo di acqua è preimpostato e si riduce qualsiasi tipo di spreco.

Come Viride aiuta a non sprecare l’acqua

Lo spreco di acqua è un argomento di fondamentale importanza che non deve essere sottovalutato, oltre che un tema a me caro. Il mio amore per la Natura e la speranza di salvaguardare il nostro Pianeta mi hanno spinto a fondare Viride Energy: insieme al mio team, la mia mission è quella di offrire consulenza e assistenza a coloro che vogliono contribuire a rendere – come me – il mondo un luogo sostenibile, attraverso informazioni precise e soluzioni personalizzate e innovative con cui è possibile risparmiare e dare una mano all’ambiente. Credo che un atteggiamento più consapevole nei confronti della nostra casa – quale è il Pianeta – possa contribuire a garantire la nostra sopravvivenza e quella dei nostri figli.

Cristian Poma